Registrazione contratto di locazione – codice identificativo per F24

Dalla giornata di ieri è disponibile sul sito dell’Agenzia delle Entrate una funzione denominata “Ricerca codice identificativo del contratto di locazione”, che consente con pochi step di costruire il codice identificativo di un contratto di locazione o affitto da inidicare sul modello F24 , campo “Elementi identificativi”, ai fini del versamento dell’imposta di registro per i contratti di locazione per i pagamenti relativi agli adempimenti successivi alla prima registrazione.

Inserendo negli appositi spazi i dati relativi alla registrazione (data di registrazione, Provincia, Ufficio, codice fiscale di una delle parti, ecc.), il servizio restituisce il codice identificativo del contratto composto da 17 caratteri.

La funzione è raggiungibile sul sito dell’Agenzia delle Entrate nell’ambito dei servizi fiscali senza registrazione, per accedere al servizio cliccare qui (clic).

F24 nel caos – da oggi le complicazioni per PRIVATI e TITOLARI DI PARTITA IVA

Rif. normativi :. “Decreto Irpef”, D.L. 24 aprile 2014 n. 66,
Rif. prassi: Circolare n.27/E del 19.09.2014

Da oggi in vigore le novità in tema di pagamento con modello F24, in particolare per i soggetti non titolari di partita IVA, ma con impatto anche per i soggetti Titolari di partita IVA già obbligati a servizi dei canali telematici, i versamenti con modello F24 potranno essere eseguiti:

  •  esclusivamente attraverso i canali telematici messi a disposizione dall’Agenzia delle Entrate (ENTRATEL, FISCONLINE), nel caso di modello F24 di importo pari a zero, per effetto di compensazioni;
  • esclusivamente attraverso i canali telematici messi a disposizione dall’Agenzia delle Entrate (ENTRATEL, FISCONLINE) o dalle banche (HOME BANKING), nel caso di compensazioni e il saldo finale del modello F24 risulti a debito; 
  • esclusivamente attraverso i canali telematici messi a disposizione dall’Agenzia delle Entrate (ENTRATEL, FISCONLINE) o dalle banche (HOME BANKING), nel caso in cui il saldo finale del modello F24 comporti un debito superiore a mille euro. 

Continua a leggere “F24 nel caos – da oggi le complicazioni per PRIVATI e TITOLARI DI PARTITA IVA”

Dal primo ottobre più complicato pagare imposte e contributi.

Rif.norm. DECRETO RENZI, art. 11, D.L. 66/2014.

Dal primo di ottobre per i contribuenti cambieranno le modalità di utilizzo del modello F24 per il versamento delle imposte, da tale data, come già preavvisato nella nostra circolare del 10/05/2014, e, in maniera più approfondita, in quella del 06/09/2014, per i soggetti non titolari di partita IVA (il che coinvolge anche i soci di società di persone e di società capitali trasparenti), da tale data, infatti, potranno recarsi allo sportello solo per modelli F24 di importo inferiore ai 1.000 euro, in tutti gli altri casi dovranno utilizzare modalità telematiche (ENTRATEL, FISCONLINE, HOME BANKING). Non solo le modalità telematiche dovranno essere utilizzate anche nei casi di F24 “a zero” o “in compensazione”. Continua a leggere “Dal primo ottobre più complicato pagare imposte e contributi.”