aggiornamento: CAMBIANO LE MODALITA’ DI RICHIESTA DEL CERTIFICATO D’ORIGINE DELLE MERCI

notiziario del 26/05/2017

www.sinernet.net

gilioli marasi

AGGIORNAMENTO:
DALLA CCIAA DI REGGIO EMILIA CI HANNO INFORMATO CHE MANTERRANNO LA PROCEDURA DI RILASCIO CARTACEA

CAMBIANO LE MODALITA’ DI RICHIESTA DEL CERTIFICATO D’ORIGINE DELLE MERCI

Dal 1 luglio la richiesta alle Camere di Commercio di rilascio di certificati di origine delle merci potrà essere effettuata esclusivamente in via telematica attraverso la piattaforma CERT’O.

CERT’O è la piattaforma messa a disposizione dal sistema delle camere di commercio per l’invio telematico delle richieste e il pagamento dei diritti di segreteria.

La compilazione del Certificato e l’invio degli allegati avviene attraverso una procedura informatica che consente di trasmettere i documenti ad un apposito Sportello Telematico camerale. Sulla base di quanto ricevuto, la Camera di commercio effettua l’istruttoria e stampa i documenti cartacei (certificato e eventuali allegati vistati) che saranno poi ritirati dal richiedente allo Sportello Commercio estero (le autorità doganali estere esigono la produzione della copia cartacea con la firma autografa del funzionario camerale, questo implica la necessità del ritiro).

La modalità telematica offre numerosi vantaggi alle imprese:

  • evitare di dotarsi dei modelli cartacei dei certificati, dato che vengono stampati dallo Sportello camerale;
  • evitare code per la presentazione e vidimazione dei documenti e ritirare con corsia preferenziale;
  • monitorare le richieste attraverso il PC;
  • ricevere un controllo preventivo sulla corretta compilazione della domanda da parte dell’ufficio, evitando così il rischio di presentarsi allo sportello e di vedersi respingere la pratica;
  • firmare i documenti elettronicamente, permettendo così al legale rappresentante di sottoscriverli anche se fisicamente distante dall’azienda.

Come attivare il servizio

Per poter utilizzare Cert’O è necessario:

  • che il legale rappresentante (o procuratore con poteri di firma per documenti per l’estero) sia in possesso di un dispositivo di firma digitale;
  • registrarsi al servizio WebTelemaco (all’atto della sottoscrizione, occorre scegliere sia consultazione, sia spedizione pratiche telematiche). Il contratto si compila attraverso un “form” on line e deve essere sottoscritto dal legale rappresentante dell’impresa che lo potrà firmare digitalmente e inviare all’indirizzo di posta elettronica indicato oppure lo stamperà, lo sottoscriverà e lo invierà via fax al numero visualizzato sul contratto insieme al proprio documento di identità.
  • scegliere una modalità di pagamento dei diritti di segreteria attraverso un prepagato.

Per saperne di più:

camera di commercio di Parma

camera di commercio di Reggio Emilia

Annunci